La Mucca viola di Seth Godin: recensione e approfondimenti del libro

O sei una mucca viola o non sei nessuno. O sei straordinario o sei invisibile. A te la scelta!

Oggi vi parliamo del libro di Seth Godin, La Mucca Viola, un modo rivoluzionario di fare marketing, la teoria della Purple Cow non è una nuova funzione pubblicitaria a cui ricorrere a prodotto finito, ma qualcosa di nuovo che non è presente nelle linee guida tradizionali del marketing, la classiche P ( prezzo, promozione, pubblicità, posizionamento).

la Mucca Viola è qualcosa di fenomenale, inatteso, entusiasmante e assolutamente incredibile che è dentro il prodotto, c’è o non c’è, Seth Godin vi spiega nel suo libro, come mettere la Mucca Viola in tutto ciò che ideate.

Il percorso viene spiegato attraversando le varie P del marketing tradizionale e ponendo punti interrogativi sul loro funzionamento oggi, come ad esempio la morte del complesso industriale-televisivo, perchè anche i grandi marchi di una volta, storici, arrancano nella nuova era digitale del web 2.0.

Come funziona il processo della Mucca viola

Il processo della Mucca Viola viene spiegato elegantemente attraverso case study come quello di Tide, Curad, Krispy Creme, Motorola e Nokia, Hallamark.com.

Vediamo adesso nel particolare i punti salienti della teoria di Seth Godin, per prima cosa occorre creare prodotti straordinari che devono attrarre solo i clienti specifici per la nicchia a cui appartengono, non bisogna puntare a tutti, qui nasce il concetto di idea Virus che intercetta gli adattatori ( quella parte di clienti che per natura tende sempre a scoprire i nuovi prodotti), che una volta testati i vostri prodotti li faranno conoscere attraverso il passa parola.

Quindi il punto di partenza è di trovare la propria nicchia di clienti e creare prodotti personalizzati per loro, in quanto essere straordinari comporta necessariamente non piacere a tutti, e accettare anche dissensi e critiche.

Un prodotto straordinario non è forzatamente un prodotto di qualità, ma un prodotto diverso dalle aspettative della massa, ma che fa parlare di se e crea discussioni.

Se affrontiamo periodi poco creativi all’interno della nostra azienda è meglio non fare nulla, per evitare di creare prodotti inutili che abbassino la reputazione del brand.

Seth Godin focalizza la pubblicità solo sul target di persone ben delineato, in particolare bisognerebbe puntare tutto sui clienti che posseggono l’Hutaku, la passione per i prodotti che vendiamo, sono loro che pubblicizzeranno in seguito e in modo gratuito i prodotti.

Questi clienti vengono chiamati da Seth gli Starnutatori, parlare a loro direttamente ci consentirà più facilmente di diffondere l’idea, inoltre bisogna fornire loro gli strumenti per vendere l’idea ad un pubblico più vasto.

Ricordate che alla fine di ogni ciclo (ogni mucca viola), la vostra azienda avrà bisogno di nuove idee, quindi bisogna sempre reinvestire, con energia, senza lasciarvi intimorire dal rischio dell’insuccesso.

Cosa significa fare marketing oggi?

In passato la pubblicità e le varie forme di marketing entravano in azione solo dopo che il prodotto era stato definito e messo in produzione, attraverso i vari canali come Tv, radio, giornali, veniva fatto conoscere al pubblico, oggi non funziona più cosi.

Oggi il marketing è l’atto stesso di creare il prodotto, la capacità di definirlo, di progettarlo, la tecnica impiegata per venderlo, fissare il prezzo e il target di clienti è l’essenza del marketing di oggi.

Per questo motivo qualsiasi azienda oggi ha bisogno di uomini di marketing, persone che grazie alle loro conoscenze riescono a dare valore aggiunto ai prodotti, intervenendo ad esempio sul design o nella formazione del personale, sulle tecniche di vendita del web e sui canali tradizionali.

Esplorate i limiti. Che ne pensate di essere il più economico, il più rapido, il più lento, il più alla moda, il più freddo, il più facile, il più efficiente, il più rumoroso, il più detestato, il più outsider, il più difficile, il più vecchio, il più recente, il più? Se c’è un limite, provatelo!

Note sullo scrittore

Seth Godin è uno scrittore e imprenditore statunitense, laureato in informatica e filosofia alla Tufts University, master in Business Administration, ha lavorato come brand manager presso Spinnaker Software, in seguito fonda Yoyodyne e acquista Yahoo. Ha introdotto nel mondo del marketing concetti come, il permission marketing, il viral marketing e il direct marketing.

Recensioni del libro dal web

Recensione utente Amazon, voto 5 stelle

Libro molto bello, interessante e ricco di spunti. L’idea alla base è molto semplice e si sintetizza in “distinguiti” ed a priori sembra inutile scrivere un libro su un’idea così semplice e quasi ovvia.

Ma il libro non è affatto banale e, grazie anche ad un’analisi del mercato e ad un nutrito elenco di casi reali, l’utilità è concreta.

Uniche pecche per cui non assegno al libro 5 stelle sono:
– il libro ha moltissimi rimandi ad aziende americane poco conosciute (o sconosciute) in Italia
– il libro è del 2003 e 14 anni dopo, nonostante sia ancora valido per i suoi principi, alcuni esempi sono chiaramente superati

Quindi, se avete un minimo di esperienza di marketing (non serve davvero essere esperti, è un libro per tutti, ma quel poco di esperienza rende il libro ancora più interessante) ed eravate già “adulti” all’epoca del libro, allora i difetti possono tranquillamente essere ignorati.

Consigliato!
P.S. Questo libro è citatissimo in molti alti libri di marketing ed affini. Se siete interessati all’argomento, è un motivo in più per leggerlo, nonostante sia del 2003

Video recensione del libro, La Mucca Viola

Acquista il libro su Amazon oggi, ad un prezzo super scontato >>

Se non l’hai ancora fatto leggi la nostra guida: Web marketing libri: Seo, Digital e Social media Marketing da leggere >>