Capitolo 1

Aprire un e-commerce in Italia e perchè farlo?

Se avete un buon servizio o prodotto, i vostri prezzi sono competitivi, allora quello che vi serve è solo una grande vetrina! Aprire un e-commerce vi permette di raggiungere un target di clienti nazionale, un pubblico più ampio e variegato.

Aprire un e-commerce agevola le vendite e facilita l’acquisto da parte dei clienti che non amano andare nei negozi o non hanno tempo, aiuta a smaltire i prodotti in esubero e creare un business parallelo al vostro negozio tradizionale. Esistono diversi modi per vendere online i vostri prodotti:

  • La prima è quella che consigliamo è l’acquisto di un dominio e uno spazio web su cui installare un CMS, il software che vi permetterà di gestire il sito web in completa autonomia, sia della parte grafica e UX (esperienza utente) che da quella gestionale interna del magazzino e strutturale del sito web.
  • La seconda strada è affidarsi ad un marketplace come Amazon o Ebay o Etsy e creare una propria vetrina sfruttando gli utenti di questi grandi store online.
  • La terza è quella di affidarsi a servizi veloci All inclusive che vi permettono di avere una piattaforma in pochi click, ma che sconsigliamo perchè non permettono di creare un Brand che duri nel tempo.

Come aprire un negozio online, burocrazia

La parte burocratica riguarda tutti quegli aspetti che servono per mettersi in regola con le leggi italiane e il fisco.

Il passaggio da fare è quello di registrare la vostra attività alla Camera di Commercio ed aprire Partita IVA, occorre in seguito informare il vostro comune dell’inizio dell’attività commerciale con una firma digitale, questa comunicazione va fatta presso la SUAP, e la dichiarazione siglata SCIA (segnalazione certificata di inizio attività).

Fatto questo potete passare all’acquisto del dominio, della piattaforma e dei servizi annessi. Scegliete quindi un nome dominio che includa il vostro brand, se libero, oltre  all’ estensione .it acquistate anche il .com che gestiremo con un semplice redirect al sito principale. Puntate sul nome del brand, es: “nomebrand.it”

Organizzare il catalogo, scegliere i metodi di pagamento, impostare la consegna, la SEO e le campagne pubblicitarie sul web

La gestione del catalogo è molto importante all’interno della vostra strategia, bisogna scegliere accuratamente i prodotti da inserire dividendoli per categorie, i clienti del vostro sito dovranno navigare  con facilità e trovare i prodotti in modo intuitivo.

I metodi di pagamento sono un aspetto cruciale durante la fase di apertura del vostro e-commerce, il consiglio è di optare per i maggior numero di pagamenti da inserire all’interno del carrello, date la possibilità di acquistare in diversi modi aumenterà sicuramente il tasso di conversione: bonifico bancario, PayPal, carta di credito, Stripe, ricarica PostPay, Contrassegno, Amazon Pay , ApplePayGoolePay  sono solo alcuni dei metodi di pagamento che potrete proporre ai vostri clienti.

I metodi di spedizione e la consegna, contattare le compagnie di spedizione e scegliere la tariffa migliore e più vantaggiosa per voi e i vostri clienti, sempre meglio avere due o tre contratti iniziali: SDA, Bartolini, UPS sono solo alcuni di quelli presenti sul mercato, inoltre potreste inserire in fase di acquisto anche la possibilità di ritiro in sede e corriere Espresso, spedizioni veloci applicando una tariffa maggiore.

La SEO per il vostro negozio online deve essere il punto di partenza per accedere ai motori di ricerca e iniziare a vendere, occupatevi di curare i titoli e le descrizioni, i meta-tag sia delle pagine di categoria che delle schede prodotto, per approfondire questo aspetto vi consiglio di passare al capitolo SEO per e-commerce >> .

Pianificate le vostre attività di marketing online e campagne pubblicitarie tramite il Web Marketing, per aumentare le vendite avrete bisogno di traffico, e per farlo dovrete puntare su tutte le fonti disponibili, oltre alla ricerca organica, anche a quella a pagamento utilizzando strumenti come Google Shopping o Facebook ADS, per approfondire gli aspetti del web marketing leggete la nostra guida gratuita qui >>

Ottenere finanziamenti
a fondo perduto per il tuo e-commerce

Non tutti sanno che quando si avvia una nuova attività c’è la possibilità di accedere a finanziamenti regionali e contributi a fondo perduto o agevolazioni pubbliche che tutte le start-up possono richiedere, basta solo tenersi informati sulle norme che regolano il commercio elettronico, come ad esempio il Voucher digitalizzazione PMI, fino a 10.000 euro a fondo perduto per il digitale della vostra impresa in vigore da febbraio 2018. Vi segnaliamo questo link alla pagina ufficiale PMI Italia per e-commerce per rimanere sempre informati >> Link PMI Italia

Quale CMS
scegliere per il tuo e-commerce?

Bene! Adesso che avete compreso gli aspetti burocratici per aprire il vostro e-commerce passiamo a quelli tecnici legati alla scelta della piattaforma e lo sviluppo grafico, passate al Capito 2 >> CMS E-commerce