Strategie SEO 2019: guida per migliorare la popolarità del tuo sito

Web analytics, i fondamentali del web marketing, guida per monitorare un sito web, installare e utilizzare Google Analytics, analizzare i dati e creare una strategia digitale

Cos’è, la web all’interno analytics, definizione

Con web analytics (analitiche per il web) intendiamo un sistema di tracciamento degli utenti su un sito web, mirato alla profilazione, analisi e statistiche, marketing strategico, molto facile d capire concettualmente.

La web analitycs è l’insieme di tecnologie e metodologie che ci permette di conoscere e tracciare i comportamenti dei nostri utenti sul sito web, per fare questo abbiamo bisogno di un tool che ci consente, attraverso l’installazione di un codice Javascript di analizzare il traffico, come ad esempio Google Analytics.

Attraverso l’utilizzo di questo tool avremo la possibilità di monitorare le campagne di marketing online (advertising, Seo, Social, Pr online), visualizzare le pagine che l’utente ha visitato, i percorsi, il tempo di permanenza, il bounce rate, il tasso di conversione, le parole chiavi utilizzate all’interno dei motori di ricerca, i browser di navigazione, le fonti di traffico Desktop e mobile.

Tutti questi dati ci permettono di effettuare valutazioni sul successo o l’insuccesso delle nostre azioni di marketing, calcolare il ROI di una campagna a pagamento e comprendere quali sono i canali su cui puntare per le strategie future.

Analizzare in modo efficace le analitiche del nostro progetto digitale  crea una fonte di vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza, come sottolinea il Global Executive Stady and Research Project sull’analisi dei Big Data.

Ricapitolando, tra le azioni che possiamo monitorare e sfruttare per la nostra strategia digitale, ci sono:

  • Pagine visitate (Page view)
  • Tempo speso dall’utente nel sito e per ogni pagina
  • Siti e social network da cui provengono le visite (Traffico Social)
  • Visite dirette: digitando, quindi, direttamente l’url del tuo sito
  • Parole chiave: con quali parole chiave ti hanno trovato?
  • Quanti nuovi visitatori hai ogni giorno?
  • Quanti di quelli vecchi tornano a visitare il tuo sito?
  • Conversioni

 

Nel prossimo paragrafo vediamo insieme come installare Google Analytics e come sfruttarlo al meglio.

 Inizia a testare e smettila di discutere

Jon Correll

Installare e utilizzare Google Analytics

Come abbiamo detto, uno strumento completamente gratuito per l’analisi del traffico del nostro sito web è Google Analytics, possiamo effettuare la registrazione sul sito ed utilizzare il tool in versione Desktop, mobile o scaricando l’App ufficiale.

  1. Per creare il vostro account basta visitare la pagina: google.com/analytics
  2. Una volta effettuata la registrazione, potete accedere e impostare una proprietà del vostro account (il tuo sito web o app)
  3. Per aggiungere il codice di monitoraggio seguite le semplici istruzioni nel tool, una volta generato il codice Javascript dovrete copiarlo e incollarlo nella sezione <head> del vostro sito cosi da monitorare tutte le pagine in modo corretto.

Tra le cose principali da fare una volta che il codice è attivo, sarà quella di concedere le autorizzazioni per analizzare i dati al vostro account di Google Ads, i vari tools SEO, e creare una proprietà in Google Search Console.

Il pannello di controllo si presenta con una grafica intuitiva, a sinistra avrete accesso a tutte le funzionalità del tool, rapporti in tempo reale, pubblico, acquisizione, comportamento, conversioni, vediamole insieme.

Nella sezione Tempo reale abbiamo una panoramica dei visitatori al momento online, le pagine che stanno visualizzando, la provenienza e la durata della visita.

Nella sezione Pubblico possiamo monitorare il traffico degli utenti nel tempo, definendo una data di inizio e fine, possiamo conoscere il numero degli utenti, le sessioni, le visualizzazioni di pagina, la frequenza di rimbalzo e filtrare per dati demografici, interessi, comportamento, tecnologia e dispositivi mobile.

La sezione Acquisizione, al contrario ci permette di visualizzare i diversi canali di traffico da cui provengono i nostri clienti, motori di ricerca (organica) , visite dirette, Paid Search (visite a pagamento), Referral (siti che ci linkano), Social, Mail.

Un aspetto molto importante è il Tasso di Conversione, ci permette di capire quali canali convertono di più assegnando una percentuale, ottimo per gestire l’analisi su e-commerce, in realtà però fissando manualmente un obbiettivo abbiamo la possibilità di misurare la conversione non solo per le vendite, ma anche per la compilazione di un form, la visita di una pagina specifica ecee.

Nella sezione Comportamento possiamo monitorare: i contenuti visitati, la velocità, la ricerca sul sito, gli eventi, il flusso di comportamento e il tasso di abbandono di determinate pagine.

Conclusioni

Per approfondire la conoscenza su Google Analytics potete utilizzare il supporto di Google che trovate qui, con una guida completa e una serie di domande e risposte degli utenti.

Inoltre vi consigliamo la lettura del libro “Google analytics. Guida all’uso” di Francesco Caccavella, in modo semplice e attraverso immagini e testo viene rpesentato questo fantastico servizio gratuito di Google, tutte le metriche da poter analizzare, le statistiche e le funzionalità passo passo, leggendo il testo in modo scorrevole e con pochi tecnicismi.

Potete acquistare il testo originale su Amazon ad un prezzo super scontato qui >>