SeoZoom, Seo Suite italiana, guida, funzionalità e prezzi

Cos'è SeoZoom, come funziona la suit SEO tutta Italiana, come utilizzarla al meglio e migliorare il posizionamento sui motori di ricerca, guida completa

Cos’è SeoZoom: impara ad utilizzare al meglio la SEO suite tutta italiana

SeoZoom è lo strumento di marketing più evoluto in Italia, una suite dedicata al mondo della SEO, fondata da Ivano di Biasi Giuseppe Liguori di SeoCube, web agency di Napoli.

Questa piattaforma digitale offre una vasta gamma di strumenti utili per analizzare ogni aspetto rilevante di un progetto web, spazia dall’analisi dei competitor, la ricerca di parole chiavi, analizza il profilo backlink di un sito, intercettar i cambi algoritmici di Google, controlla il posizionamento giornaliero di singole pagine e interi siti web, analizza gli investimenti PPC, permette l’integrazione con Google Analitycs e Google Search Control.

Una suite davvero completa, adatta a professionisti, studenti e web agency, uno strumento indispensabile per chi vuole fare SEO, focalizzato principalmente sul mercato italiano con un database di parole chiavi illimitato, anche se rumors indicano che è in pieno sviluppo anche la versione inglese.

In questa sezione cercheremo di darvi una guida completa aggiornata a tutte le funzionalità del 2019, per iniziare ad utilizzare al meglio la suite. Partiamo dai prezzi, sono previsti diverse tipologie di abbonamento alla piattaforma che è fruibile al momento solo dal sito online https://suite.seozoom.it/:

  • Piano Student 29,00 € + IVA al mese
  • Piano StartUp 49,00 € + IVA al mese
  • Piano Agency 119,00 € + IVA al mese
  • Piano Corporate 449,00 € + IVA al mese

 

SeoZoom analizza numerosi fattori SEO interni ed esterni del sito web individuando errori tecnici presenti sulle pagine e suggerendone soluzioni per migliorare le performace, esegue una valutazione sul posizionamento in base alle parole chiavi, suggerisce i competitor di settore e permette di tenerli sotto controllo per sfruttare al meglio le tecniche SEO che utilizzano, come ad esempio l’analisi dei backlink.

Intercetta i cambiamenti algoritmici di Google e permette di intervenire tempestivamente sul nostro sito web. Uno degli strumenti da non sottovalutare è quello dedicato alla strategia editoriale, dove potrete ottenere consigli per la stesura dei vostri contenuti, la creazione di testi in base alle parole chiavi del vostro progetto.

SeoZoom assegna un punteggio ad ogni sito web analizzato, chiamato ZA (Zoom Authority) , legato essenzialmente a 3 fattori, il Trust (posizionamento, valore del brand, citazioni), la Stability (il numero di parole chiavi per cui il nostro sito è posizionato sulle serp), Opportunity (il numero di paroche chiavi potenziali con cui il nostro sito si posiziona).

Questo punteggio ci permette di dare una valutazione generica per ogni sito web e la possibilità di comprendere per ogni nicchia quante possibilità reali abbiamo di posizionarci in base appunto alla ZA dei nostri competitor, è importante anche per scegliere i siti web da cui acquisire un link o una citazione, più alta sarà la ZA più un link acquisito da esso avrà valore per il trust del nostro progetto.

SEOZoom è la SEO suite made in Italy che ti consente di analizzare i volumi di traffico, l’andamento delle keyword e studiare la concorrenza.

SeoCube

Tutte le funzionalità di SeoZoom e come utilizzarle al meglio all'interno dei nostri progetti

Una volta creato il nostro account e scelto il piano che più si addice alle nostre esigenze possiamo iniziare ad utilizzare la suite, la prima tab a sinistra in verde è dedicata ai nostri “Progetti SEO”, qui possiamo aggiungere un progetto, eliminarlo, raggruppare i nostri progetti ed accedere a quelli già attivi.

Quando creiamo un progetto SEO, avremo la possibilità di attribuire un nome, inserire l’url principale del nostro sito, il nome del brand, le parole chiavi da tenere sotto controllo, i competitor (possiamo anche utilizzare quelli suggeriti dalla suite), collegare la suite al nostro account Google search control e Analitycs per accedere a tutte le funzionalità.

Una volta impostato un progetto la suite ci permette di accedere alla “panoramica del progetto” o la “panoramica del dominio”, nella prima avremo la possibilità di monitorare l’andamento delle keyword scelte, i competitor e le pagine selezionate in fase di creazione, nella seconda avremo la panoramica completa con la ZA, tutte le parole chiavi per cui ci posizioniamo, da quelle in salita, quelle in discesa, le migliori e quelle potenziali (posizionate dalla 2 alla 5 pagina della SERP), i competitor e l’analisi dei backlink.

All’interno di questa sezione si sviluppa il cuore del nostro progetto, oltre alla panoramica abbiamo la sezione dedicata alle keywords divisa in: migliori, potenziali, uscite ed entrate in TopTen, i risultati zero, le keywords branded e quelle dei competitor, una sezione dedicata alle pagine ottimizzate, che ci permette di tenere sotto controllo l’andamento di alcune pagine, da quelle con più keywords, a quelle con potenziale e in crescita, quelle in calo e le pagine migliori, selezionando una pagina SeoZoom ci mostrerà il punteggio, il volume di visite che genera, le parole chiavi con cui ci posizioniamo e un’analisi sui tag title, description, h1 e link interni che ci permettono di intervenire e migliorare tutti gli aspetti on-page.

Una sezione dedicata ai backlink, con relativo punteggio di qualità, i rischi di penalizzazione, gli ultimi backlink acquisiti e quelli dei competitor, inoltre la possibilità di trovare link partner e di settore che ci aiuteranno a migliorare la nostra strategia di link-building.

Le ultime tab riguardano la SEO Audit e le performace, possiamo monitorare lo score in termini di velocità di caricamento, eventuali errori tecnici, tutti i link interni e le pagine analizzate, informazioni sul caricamento e il punteggio PageSpeed cosi da poter intervenire su eventuali errori tecnici che possono rallentare le performace e la scansione dei bot di Google sul nostro sito.

SEO Zoom e gli Strumenti Per Copywriter

Gli strumenti editoriali sono un aspetto da approfondire, ci aiuteranno a migliorare le nostre abilità di scrittura di testi per il web, tramite questa sezione possiamo:

  • Accedere all’assistente editoriale.
  • Avere suggerimenti sulle keywords da utilizzare.
  • Suggerimenti sui sinonimi.
  • Conoscere i volumi di ricerca ed aggiungere delle keyword correlate.
  • Trovare keyword con lo stesso search intent.
  • Scegliere un settore e trovare gli argomenti.
  • Consigli per ottimizzare gli articoli al meglio.

 

Partendo dalla scelta della keywords principale, la suite ci permette di selezionare quelle con lo stesso intento di ricerca ed includerle nel nostro articolo, la schermata successiva ci restituirà un punteggio legato al title, la meta description, l’articolo, il volume medio potenziale, un anteprima del risultato su Google, e tantissimi suggerimenti per migliorare tutti i parametri onsite dell’articolo ( ho utilizzato l’assistente editoriale per scrivere questo articolo, qui trovate il mio punteggio).

 Utilizzare l’assistente editoriale ci permetterà di tenere sotto controllo tutti gli aspetti SEO on-page 

 

Keywords research, link building, osservatorio Seozoom

Altra funzionalità importante è quella dedicata alla keyword Research, tra cui spicca la tab “Keyword infinity” che ci permette partendo da una singola parola chiave di avere una panoramica su tutte le keywords con lo stesso search intent, e la sezione keyword Graph dove ci vengono suggerite le azioni, le domande e le preposizioni legate alla parola chiave principale, tutte informazioni utili per strutturare la nostra SEO in termini di ricerca.

Possiamo inoltre scoprire gli interessi degli utenti su argomenti specifici, indagare un settore partendo da un dominio, avere un mindset di tutte le keywords non solo di Google ma anche quelle utilizzate su YouTube, Amazon e eBay.

Infine spendiamo due parole sull’Osservatorio di SeoZoom, il monitoraggio dell’andamento delle Serp nell’ultima settimana, tenendo sotto controllo le oscillazioni delle prime pagine, le piccole e grandi variazioni, le oscillazioni sono calcolate rispetto l’attività media nelle SERP di Google. Una panoramica per intercettare tempestivamente cambiamenti algoritmici in corso sul motore di ricerca.

conclusioni e note finali
prima di passare ad analizzare SemRush >>

Sentiamo molte volte su gruppi di Facebook dedicati alla SEO lamentele sul reale volume di ricerca di parole chiavi e siti web da parte di SeoZoom o SemRush, questo perchè le suite in questione ma non solo, non hanno la possibilità di individuare il numero di visite reali legate alle parole chiavi, per questo si parla di stime,  i fattori che determinano il volume di una singola parola chiave sono imprevedibili, legati alla stagionalità, ai trend di ricerca che possono aumentare o diminuire e il numero stesso di keywords che le suite non potranno mai controllare totalmente, infatti per analizzare il traffico esiste Google Analitycs, non riuscirete mai ad avere gli stessi valori con SeoZoom..

Le suite vanno utilizzare per avere un raffronto con i vostri competitor, scoprire nuove parole chiavi, analizzare e migliorare la vostra link-building, migliorare le performace e la SEO on-page ma non per quantificare le visite.

Webinar SEOZoom

Per tutti gli iscritti è possibile partecipare a webnar completamente gratuiti legati alla formazione sulla piattaforma e su tematiche legate alla SEO e il web marketing, è inoltre possibile tramite SeoZoom Accademy ottenere formazione one-to-one sulla suite e relativa certificazione che potete scoprire qui >> SeoZoom Accademy

 

Nel prossimo capitolo parleremo di Semrush  >> SemRush